Ginnastica posturale

Ginnastica correttiva

Le lezioni sotto la guida di personale specializzato, sono organizzate in piccoli gruppi; ciò permette al fisioterapista di seguire con attenzione ogni partecipante. I corsi sono particolarmente indicati nei bambini, negli adolescenti e nei ragazzi con i seguenti problemi:

  • scoliosi
  • dorso curvo
  • cifosi
  • lordosi
  • scapole alate
  • ginocchio valgo
  • piedi piatti
  • indebolimento organico costituzionale
  • rilassamento dei muscoli dell’addome
  • obesità
... e negli adulti che soffrono:
  • dolori articolari
  • mal di schiena
  • artrosi cervicale, dorsale, lombare
  • problemi alle anche
  • tutti i problemi derivanti da incidenti stradali o sul lavoro che necessitano di una ginnastica di mantenimento o di potenziamento

La ginnastica posturale è un insieme di esercizi volti a migliorare la postura e la capacità di controllo del corpo attraverso un lavoro sul tono muscolare. Essa può avere scopo antalgico (contro il dolore) o preventivo, attraverso trattamenti che ri-educano la muscolatura statica e dinamica (ovvero le strutture deputate al sostegno e al movimento rispettivamente) ad eseguire i movimenti in maniera corretta e/o ad assumere le giuste posture nella quotidianità.

Obiettivi della rieducazione posturale sono: incrementare l’elasticità e la tonicità dei muscoli, oltre che la forza e la resistenza allo sforzo fisico; migliorare la respirazione e le l’abilità motorie; contribuire alla gestione dello stress e al controllo della postura, ovvero la posizione che il corpo assume nel tempo e nello spazio.

Pertanto i principali distretti di azione saranno: 

  • la cosiddetta muscolatura antigravitaria,che ci permette di stare in piedi e mantenere una certa postura;
  • la muscolatura in- ed espiratoria,che ci consente una corretta dinamica respiratoria;
  • la muscolatura stabilizzatrice del bacino, che direziona gli arti inferiori durante la deambulazione.

Nell’ambito dell’età evolutiva, la rieducazione propriocettiva e posturale per bambini si traduce in un insieme di esercizi e tecniche rivolte alla presa di coscienza delle differenti aree corporee, con conseguente rimodellamento dello schema corporeo e motorio, al fine di correggere gli atteggiamenti posturali viziati degli arti e della colonna (appoggio plantare, assetto delle ginocchia, alterazioni delle curve del rachide).

In base al problema di base e all’età del bambino, saranno selezionati gli esercizi più adeguati.

Ginnastica posturale

Le lezioni sotto la guida di personale specializzato, sono organizzate singolarmente o in piccoli gruppi: ciò permette al fisioterapista di seguire con attenzione ogni partecipante. 

I campi di applicazione sono i seguenti:

  • anomalie strutturali, quali scoliosi, valgismo o varismo delle ginocchia, piattismo o cavismo plantare,
  • alterazioni posturali, come iperlordosi, ipercifosi, dorso curvo astenico;
  • anomalie articolari del rachide cervicale, dorsale, lombo-sacrale;
  • affezioni dolorose del rachide e degli arti come cervicalgie, cervico-brachialgie, dorsalgie, lombo-sciatalgie;
  • anomalie respiratorie che riguardino l’escursione toracica, diaframmatica, la frequenza ed il ritmo del respiro;
  • limitazioni funzionali post-traumatiche e post-chirurgiche di spalla, gomito, anca, ginocchio;
  • patologie dello sport;
  • patologie neurologiche.

 

Metodo Mézières

La rieducazione posturale con metodo Mézières ha lo scopo di  normalizzare la postura corporea lavorando essenzialmente tramite il gioco di retrazione e accorciamento delle catene muscolari. Lo scopo è quello di allentare le tensioni muscolari e ridare la lunghezza originale ai muscoli accorciati mettendo il paziente in posizioni facilitanti l’allungamento delle catene, esercitando una trazione continua e simultanea alle estremità delle catene muscolari ed impedendo, nel limite del possibile, le compensazioni e gli adattamenti. Queste posizioni globali e totali devono essere tenute con grande rigore e per un tempo abbastanza lungo e associate ad un lavoro d’espirazione.

Metodo Souchard

Il Metodo Souchard, conosciuto anche con il nome di Rieducazione Posturale Globale (RPG®), è un metodo di rieducazione posturale, derivato dal metodo Meziérès, che si basa su una distinzione di comportamento e di ruolo dei muscoli della statica e dei muscoli della dinamica. In particolare i muscoli statici più rimangono accorciati (in contrazione) più diventano retratti e resistenti all'allungamento, mentre quelli dinamici possono essere accorciati (contratti) liberamente e favoriti in questo da un pre-allungamento. Obiettivo del metodo è quello di allungare tutte le catene muscolari, in modalità differente a seconda della categoria di appartenenza, associando la respirazione, soprattutto l’espirazione, come protagonista del programma da seguire.

Metodo McKenzie

Il metodo McKenzie si basa principalmente sulla ricerca e sul mantenimento della postura corretta per il proprio corpo attraverso esercizi posturali mirati alla correzione della meccanica dei movimenti dannosi che potrebbero aver causato la sintomatologia dolorosa del rachide, in particolare il tratto cervicale e dorso-lombare. Dopo un’attenta analisi, si stabilisce il programma di esercizi che, se ben eseguiti, conducono ad una graduale diminuzione del dolore fino alla sua scomparsa. Aspetto fondamentale in questo metodo è il coinvolgimento del paziente, in quanto egli diventa vero e proprio partecipante consapevole del processo di guarigione, elemento che sarà di fondamentale importanza al fine di evitare potenziali ricadute.

 

Pilates Riabilitativo

Il Pilates Riabilitativo consiste in un insieme di esercizi che combinano forza, flessibilità, controllo posturale e respirazione. Questo metodo è finalizzato al raggiungimento dell’equilibrio del corpo umano nel suo complesso attraverso esercizi che attivano correttamente i muscoli, correggono la postura, migliorano il controllo dell’equilibrio, agiscono sul controllo della respirazione, promuovono il rilassamento e il rilascio di tensioni muscolari e distribuiscono la massa corporea in modo più armonico.

Può essere praticato da chi è incorso in alterazioni funzionali post-infortunio o post-chirurgici (ma anche nella fase pre-chirurgica), chi ha disturbi articolari, neurologici, o da chi intende praticare un’attività fisica rilassante e rigenerante per la cura del proprio corpo senza incorrere in sovraccarichi osteo-artro-muscolari.

Tale attività può essere svolta singolarmente o in piccoli gruppi al fine di consentire al fisioterapista di seguire con attenzione ogni partecipante. 


Stampa   Email