Idrokinesiterapia

Idrokinesiterapia

L'Idrokinesiterapia è la riabilitazione in acqua effettuata sotto la costante presenza di un fisioterapista specializzato. Essa sfrutta diverse proprietà fisiche che favoriscono un lavoro più proficuo rispetto alla terapia cosiddetta “a secco”. In particolare:

  • il “principio di Archimede”, secondo cui un corpo immerso nell’acqua subisce una spinta verso l’alto pari al peso del volume del liquido spostato, facendo sì che quel corpo risulti tanto più leggero quanto è più immerso;
  • la “pressione idrostatica” indotta dall’acqua che esercita un effetto benefico compressivo sul sistema vascolare, normalizzando la funzione circolatoria e riducendo eventuali edemi distali, contribuendo dunque così a ridurre il gonfiore;
  • inoltre, la “resistenza” in acqua può essere modulata dalla velocità di movimento del corpo all’interno del liquido in cui è immerso: quindi un corpo o un arto che si muove lentamente incontrerà una modesta resistenza (utile nelle fasi iniziali della riabilitazione); basterà aumentare la velocità per incrementare la resistenza e l’impegno muscolare.

Con la riabilitazione in acqua è possibile sia ristabilire le migliori funzionalità articolari e muscolari dopo un intervento chirurgico che curare sintomatologie croniche come la lombalgia. Inoltre, essa è particolarmente efficace perché oltre a ridurre l’edema, permette nel caso di intervento chirurgico di poter iniziare a camminare e a caricare in maniera modesta e molto precoce; di iniziare da subito la riabilitazione; prevenire le complicanze dovute all’eccessiva immobilizzazione o alla poca mobilità dell’arto operato; ridurre pertanto i tempi del programma riabilitativo.

Con la terapia in acqua si registra un netto miglioramento del tono muscolare e dei movimenti articolari. Il paziente, se anziano, acquisisce in tal modo un maggiore controllo motorio che, migliorando l’equilibrio, allontana e previene il rischio di cadute e rallenta il declino funzionale legato all’invecchiamento. Svolge pertanto anche un’importante ruolo di prevenzione.

L’esercizio in acqua, è inoltre uno strumento molto efficace per completare i normali allenamenti degli atleti o come allenamento differenziato perché permette rispettivamente di evitare lesioni da sovraccarico e ridurre il carico sull’arto interessato.

L’idrokinesiterapia è particolarmente indicata nei casi di:

  • distorsioni, lussazioni
  • esiti di fratture e di interventi chirurgici
  • patologie alla cuffia dei rotatori
  • artrosi
  • malattie reumatiche
  • tonificazione muscolare in preparazione all’intervento chirurgico
  • mal di schiena (lombalgia, sciatalgia, ernia ecc.)
  • disturbi della circolazione venosa

Tra le tecniche utilizzate, la metodica Lionese per il trattamento delle patologie ortopediche della spalla è sicuramente molto utilizzata e risultata efficace presso il nostro centro.


Stampa   Email