Logopedia - patologie trattate nel reparto

Logopedia - patologie trattate nel reparto

Il logopedista è la figura professionale sanitaria che si occupa dei disturbi del linguaggio e della comunicazione: si occupa della diagnostica, prevenzione e cura dei disturbi della parola, della voce, dell'articolazione dei suoni, della deglutizione e dell'udito, e dei disturbi cognitivi connessi (ad esempio relativi alla memoria e all’apprendimento).

Gli esperti in logopedia lavorano con bambini che hanno disturbi del linguaggio, con persone che non riescono a parlare o parlano con difficoltà (ad esempio perché soffrono di balbuzie), pazienti che hanno perso la capacità del linguaggio a causa di ictus, traumi, interventi chirurgici, patologie neuropsicologiche, persone che hanno problemi nella masticazione e nella deglutizione. I logopedisti trattano pazienti di ogni età: bambini, adolescenti, adulti e anziani.

Patologia dell'articolazione

Disturbi articolatori dell'età evolutiva e dell'età adulta, quali: dislalie causate da malformazioni congenite (labiopalatoschisi), paralisi velari, paralisi linguali, interventi demolitivi sul distretto oro-faringeo, disturbi funzionali dell'articolazione (sigmatismo o rotacismo), disartrie e disprassie conseguenti a patologie neurologiche centrali quali paralisi cerebrali infantili, traumi cranici, sclerosi a placche, Morbo di Parkinson, emorragie cerebrali, paralisi pseudobulbare, etc.

Patologia della voce

Comprende tutte le alterazioni della voce che, in età evolutiva e in età adulta possono essere di natura: organica: conseguenti a malformazioni congenite (sulcus glottidis), interventi demolitivi della laringe (cordectomie, laringectomie), paralisi delle corde vocali, esiti di coma, noduli e polipi; funzionale: conseguenti ad un cattivo uso od abuso vocale (disfonie croniche infantili e disfonie professionali) o a forma psicogena (isterica, nevrastenica od ossessiva).


Stampa   Email